Si arrende il vecchio ippocastano di Como

Un albero secolare; un pezzo di storia del nostro territorio; un simbolo della città; un punto di riferimento e di memoria per molti comaschi; un patrimonio da salvare e per il quale lottare.

Il vecchio ippocastano cresciuto nello spazio oggi adibito a parcheggio nei pressi del torrente Cosia di Como rappresentava questo e molto altro ancora per molti cittadini del capoluogo.

Salvato anni orsono da fine prematura grazie alla caparbietà delle organizzazioni ambientaliste comasche, questa volta nulla e nessuno ha potuto opporsi al decorso del tempo e alle ferite che un ambiente sempre più contaminato infligge al patrimonio naturalistico della nostra provincia.

Seppur con rincrescimento, Marco Galli, Assessore ai Parchi e Giardini dell’Amministrazione Landriscina, ha preso atto della irreversibilità dello stato dell’albero secolare e deciso di procedere al suo abbattimento.

Al suo posto resterà come uno sfregio sul volto della città. Nella nostra memoria deve trovare posto una nostalgia capace di orientare i nostri comportamenti e foriera di scelte e decisioni individuali e comunitarie rispettose dell’ambiente e del patrimonio ereditato dalle generazioni precedenti.

(la foto in evidenza è tratta da “La Provincia di Como”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *