Lumache: come tenerle lontane dal giardino

Molti pensano che le lumache siano degli animali innocui, ma non è esattamente così. Almeno, non per orti e giardini.

Questo per il semplice motivo che le lumache ci cibano normalmente degli ortaggi, specie quelli a foglia, ma non disdegnano di attaccare neppure le altre piante, soprattutto quando nell’ambiente c’è più umidità, come d’autunno e in primavera.

Nei nostri orti e giardini possiamo trovare sia quelle col guscio, ovvero le chiocciole, sia quelle senza, che vengono chiamate limacce. Dato che uno dei loro “piatti” preferiti è la lattuga, ha senso cercare di tenerle il più possibile alla larga.

Esistono dei modi naturali per farlo, senza ucciderle e senza ricorrere a prodotti chimici che possono lasciare traccia in quel che mangiamo.

Con cenere e fondi di caffè

Classico rimedio della nonna. Basta mescolare i due “ingredienti” fino a ottenere un composto omogeneo. Dopodiché lo si sparge intorno alle piante più colpite oppure tutto intorno al giardino, così da creare una specie di barriera protettiva.

Ma non solo: cenere e caffè possono anche servire da fertilizzante per il terreno. I proverbiali due piccioni con una fava.

Con l’ortica

Per le lumache l’ortica è un repellente. Per tenerle lontane dall’orto ti basterà macerare un etto di ortica essiccata in almeno mezzo litro d’acqua. Il processo deve durare minimo 24 ore. Dopodiché filtri il mix così ottenuto e lo spruzzi con un nebulizzatore sulle piante minacciate.

Coi gusci d’uovo

Qui l’arma è semplice primitiva, ma efficace, nel senso che si tratta di erigere una barriera fisica intorno alle piante. Devi prendere i gusci e sminuzzarli in frammenti piccoli e aguzzi: questo risulteranno taglienti per le lumache, e quindi pericolosi, il che le spingerà a stare alla larga.

La polvere di zolfo

Ha un odore “luciferino” e spiacevole, ma è efficace nell’allontanare le lumache e anche altri animaletti, come per esempio di ragnetti rossi.

Con la crusca

Un altro modo di liberarsi delle lumache è quello di attirarle in trappola e poi liberarle da un’altra parte. Basta prendere un contenitore dall’apertura stretta, per esempio una bottiglia di plastica, e interrarlo con l’apertura a livello del suolo. Dentro la bottiglia metterete della crusca: le lumache ne vanno pazze e così entreranno nel contenitore per mangiarla, senza poter più uscire.

Ovviamente in questo caso occorre controllare periodicamente la bottiglia e liberare altrove le lumache che siamo riusciti a catturare.

Pagina originale > www.pianetadonne.blog

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00