Agosto, cosa seminare, trapiantare e che cure riservare all’orto

Agosto è il mese più importante per la cura dei nostri orti, dato che sono molte le varietà autunnali invernali da seminare, raccogliere i frutti estivi e sistemare il nostro orto. Potremo inoltre trapiantare e porre a dimora alcune piantine che daranno i loro frutti entro la fine dell’anno.

Per prima cosa qualche piccolo consiglio. Per poter avere un raccolto più rigoglioso è conveniente seminare prima nei semenzai. Li possiamo acquistare già fatti, oppure riciclare dei piccoli contenitori di plastica o bicchieri. Una forma di riciclo mica dell’ambiente. Personalmente utilizzo vasetti dello yogurt o i contenitori a cellette di alcuni tipi di biscotti.

Nel caso usiate contenitori riciclati, ricordatevi di bucare il fondo, per permettere all’acqua in eccesso di drenare, senza creare ristagni. Riempite di terra di ogni recipiente per tre quarti, spruzzate con acqua usando uno spruzzino, mettete un seme in ogni vasetto e ricoprite con poca terra.

A questo punto, innaffiate sempre con uno spruzzino, in modo da non spostare i semi dalla loro sede. Le piante più forti, potranno essere poi messe a dimora, nell’orto o in vaso. Possiamo seminare:

carciofi,

spinaci,

zucchine,

bietole,

cicoria,

lattuga,

fagioli,

cavoli,

indivia,

finocchi,

carote,

scarola,

ravanelli,

rape,

rucola,

cipolle,

prezzemolo,

Delle carote e lattughe, esistono delle varietà resistenti al freddo e che vanno seminate ad agosto. Per quanto riguarda gli altri vegetali, potrete iniziare la raccolta ad ottobre e novembre.

Lo zafferano è una pianta che richiede poche cure e che da pochi anni può essere coltivata anche da piccoli privati. Io stessa ho ottenuto buoni risultati col primo raccolto, avendo poco pollice verde. Anch’esso verrà raccolto a fine ottobre e novembre. La pianta nasce da bulbi che ricordano delle cipolle. La sua semina può avvenire anche in vaso, purchè sia alto. Ogni bulbo può dare da un singolo fiore a massimo di 3 o 4 per raccolto. La parte che ci interessa sono i pistilli, che sono soltanto 3. Possiamo farlo seccare tranquillamente nel forno, e conservarlo in un vasetto di vetro. Il suo aroma è inebriante e scoprire un sapore nuovo, lontano da quello delle bustine del supermercato.

Il mese d’agosto vede il maggior numero di frutti raccolti. In base a cosa può offrire il vostro orto, potremo raccogliere:

melanzane

angurie

barbabietole rosse

biete

broccoletti

basilico

cetrioli

sedano

cipolle

zucche estive

peperoni

fagioli

zucchine

pomodori

Anche in questo caso possiamo decidere quali piante mettere a dimora dai nostri semenzai, in base a quanto preparato nel mese di luglio:

sedano rapa

carciofi,

cavolo broccolo,

barbabietole,

cavolfiore,

cicoria,

cavolo verza,

cavolo cappuccio,

sedano.

Secondo la tradizione, per ottenere un miglior raccolto alcuni lavori come il trapianto, la raccolta o la semina, devono seguire il ciclo lunare. Ci sarà la luna crescente dall’ 20 al 24 agosto 2018. Avremo una crescita più rapida.

Possiamo raccogliere

peperoni,

pomodori,

cetrioli,

zucchine,

fagioli,

erbe officinali,

barbabietole

Possiamo seminare invece lattuga e spinaci.

Nei giorni di luna calante invece avremo una minor crescita ed è per questo che è consigliabile fare pulizie, eliminando le erbacce. Avremo il periodo di luna calante 3 al 11 agosto 2020. Potremo procedere alla raccolta delle cipolle. Potremo trapiantare i porri, seminare biete, finocchi e cavolo cappuccio. Potremo infine fare la cimatura di angurie, meloni, pomodori e cetrioli.

Pagina originale > www.lettoquotidiano.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00